Mi presento

Dunque, vediamo, sono una donna over 30, questo è certo, che è mamma, anche su questo non ci piove, e moglie. I figli sono due, il marito, per fortuna, uno.
Lei, la figlia, anche detta Lolla dal fratello, è la piccola di casa, e questo spiega molte cose: la testardaggine, i capricci e l'arte di arruffianarsi le persone. Anche se credo che in questo c'entri il fatto che sia femmina.
Lui, il figlio, il cui nome è stato storpiato in Ieie dalle suddetta sorella, è il grande. Più timido, più insicuro, ma anche più cerebrale e ricettivo. Non chiede affetto, ma si incupisce se non glielo offri. Insomma, mi somiglia.
Per il resto, definirmi mi risulta un po' difficile, soprattutto in questo momento della mia vita, per cui, per favore, accontentatevi di queste scarne informazioni. Quel che sono spero emerga dai miei post. Aggiungo solo che questo blog nasce dalla voglia di confrontarmi con tante altre mamme (ma non solo mamme!) e blogger che in questi anni ho letto con interesse. E soprattutto dal desiderio di dare sfogo a un'innata voglia di scrivere che finora è stata dirottata su altri settori. Insomma, ho scritto quello che dovevo. Adesso, scrivo quello che voglio io.

Disclaimer

Questo blog non è una testata giornalistica poiché non viene aggiornato con periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/200.
Eventuali commenti dei lettori lesivi dell'immagine e dell'onorabilità di terze persone non sono a me attribuibili, nemmeno se il commento è espresso in forma anonima. Non c'è filtro di approvazione dei commenti né quello della verifica delle parole.
Tutti i testi pubblicati su questo blog mi appartengono. E' possibile citarli o riprodurli parzialmente purché si indichi la fonte. Riprodurre integralmente un post, anche citandone o linkandone la fonte, è illegale.
Se, a mia volta, dovessi sbagliare nella citazione delle fonti, vi prego di comunicarmelo così da rettificare per tempo.
Le immagini che appaiono su questo blog, per quanto imperfette e rozze, sono mie. Non ne è ammessa la riproduzione.

2 commenti:

  1. Siamo...gemelle". Anch'io - fino a ieri - ho scritto e scritto e scritto quello che mi dicevano di scrivere e anch'io - te la faccio breve - sono passata a scrivere solo quello che mi va. Scrivi bene, non sei mai ridondante, le tue parole suonano1 Complimenti.
    Elisasottoilcielo@blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi fai commuovere, grazie! Comunque, chissà, magari ci saremo anche incrociate senza saperlo in quel di Roma, dove ho vissuto per dieci anni. Strana la vita!

      Elimina